Pinciarelle al sugo

Le Pinciarelle al sugo sono un piatto tipico della parte più antica della cittadina dove abito: Guidonia Montecelio, a nord est di Roma. Su una prominenza collinare sorge il borgo di Montecelio, secondo la tradizione, identificato con il borgo di Corniculum, patria di Servio Tullio.

Ogni anno a metà settembre, è ormai un appuntamento fisso a Montecelio la sagra delle Pinciarelle. È una pasta molto semplice, fatta con acqua e farina, condita con un veloce sugo di pomodoro, se possibile fresco, condita con pecorino. Come in tutti i piatti della tradizione, c’è un ingrediente segreto che le rende speciali: l’affetto familiare e l’aria casareccia.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di farina di grano duro,
  • acqua q.b.,
  • 500 ml di passata di pomodoro,
  • olio extravergine d’oliva q.b.,
  • due spicchi d’aglio,
  • sale q.b.,
  • pecorino grattugiato q.b.

Procedimento:

Impastare la farina soltanto con tanta acqua, quanto basta per ottenere un impasto ben lavorabile con le mani. Lasciar riposare una mezz’ora.

Nel frattempo preparare il sugo: in un tegame soffriggere due spicchi d’aglio in olio extravergine d’oliva. Togliere gli spicchi d’aglio quando diventano dorati. Aggiungere la passata di pomodoro, salare e lasciar cuocere con coperchio.

Stendere la pasta in una sfoglia di circa 3-4 mm di spessore. Con una ruota tagliapasta, tagliare la sfoglia in spaghettoni.

Mettere sul fuoco una pentola capiente con acqua salata. Quando l’acqua bolle, versarvi dentro la pasta e farla cuocere per qualche minuto. Scolarla e condirla con il sugo.

Servire subito, con sopra una spolverata di pecorino grattugiato.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: