Macedonia Autunnale

È proprio ora di una macedonia autunnale.

L’autunno non è fra le mie stagioni preferite, per le temperature troppo variabili: oggi piove e fa caldo, domani c’è vento poi fa freddo… Poi guardi fuori e vedi quei bellissimi colori caldi. La frutta di questa stagione non avrà i colori vivaci che si trovano d’estate, ma è ugualmente bella e soprattutto buona.

In questa macedonia ho messo solo frutta di stagione, coltivata a km 0: normalmente cerco di comprare frutta e verdure direttamente dalle aziende agricole.

Un mio segreto per la macedonia sta nel condimento: non metto lo zucchero e il limone direttamente, ma li faccio bollire un minuto, quanto basta per far sciogliere bene lo zucchero, poi lascio raffreddare il liquido così ottenuto e lo verso sulla frutta raffreddato. Non ricordo dove ho letto questo procedimento, ma lo seguo da tanti anni perché fa sì che la frutta rimanga croccante, senza annerire: provare per credere.

Ingredienti per 4 persone:

  • due o tre susine
  • una pera (due se sono piccole)
  • una mela
  • un loto
  • un grappolo d’uva
  • mezza melagrana
  • due cucchiai colmi di zucchero
  • il succo di mezzo limone
  • due cucchiai di rum (o acqua, se ci sono bambini)

Procedimento:

Prima di iniziare a preparare la frutta, mettere lo zucchero, il limone e il liquore in un pentolino e lasciarla sul fornello acceso finchè non si scioglie bene lo zucchero. Lasciar raffreddare.

Sbucciare la mela, la pera, la susina e il loto e tagliarli a pezzetti. Tagliare a metà gli acini d’uva, togliere i semi ed aggiungerli all’altra frutta. Sgranare la mezza melagrana ed aggiungere anche questa.

A questo punto versare sulla frutta il liquido filtrato, con zucchero limone e liquore (o acqua), ormai freddo.

Si può gustare appena fatta oppure la si può preparare in anticipo per averla disponibile a fine pranzo.

Se piace, nel condimento insieme a zucchero, limone e liquore (o acqua) si può mettere una spezia a piacere, tipo anice o un pezzettino di cannella: la macedonia avrà un retrogusto in più, consiglio di provare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: